lunedì 10 dicembre 2012

E festeggiamo con il polpettone.


Tre anni.
Il 6 dicembre il nostro negozio ha compiuto tre anni. Dico nostro anche se in realtà è suo, ma me lo sento nostro perché lo amo da morire, perché lei lo fa sentire anche mio e perché ci metto tutta me stessa.
Siamo cresciute molto in questi anni, siamo diventate veramente brave. Abbiamo creato con i nostri camini angoli di calore e di atmosfera in case bellissime. Ci sono stati momenti difficili e momenti esaltanti, abbiamo riso, pianto, litigato furiosamente e fatto pace. Abbiamo condiviso tante cose che hanno fatto si che diventasse "nostro".
Ed è solo l'inizio, abbiamo ancora tante case da visitare, camini da creare, sogni da esaudire...
Buon compleanno Wi-fire, tanti auguri Il fuoco che arreda. 



Questo post avrei dovuto pubblicarlo già la settimana scorsa, ma un folletto anticomputer si è introdotto all'interno del mio portatile e, contemporaneamente, anche all'interno del pc del negozio, negandomi la possibilità di postare corretamente, quindi eccomi qua oggi, con qualche giorno di ritardo...comunque per gli auguri non è mai troppo tardi.
Non c'è la torta di compleanno, bensì il polpettone!
Beh del resto non sono una donna convenzionale... Il polpettone, da noi, fa parte del cibo della domenica, il cibo di un giorno di festa. Per me è un comfort food, una pietanza che mi rimette a posto con il mondo, che mi fa star bene. 
Quante versioni di polpettone esisteranno mai? Quante famiglie ci sono in Italia? Beh, mi sa tanto che per ogni famiglia c'è un polpettone e questo è il mio.

Il Polpettone.


Ingredienti per 4 porzioni:

gr. 250 di carne di mazo macinata
gr. 250 di carne di pollo macinata
gr. 100 di mortadella 
gr. 50 di pamigiano grattugiato
1 uovo
5 cucchiai di pangrattato
mezzo limone
sale pepe noce moscata
1 costa di sedano
1 carota 
1 cipollina 
due chiodi di garofano

Mettere in una terrina la carne, amalgamarla con la mortadella tritata finemente, il parmigiano, una grattugiata abbondante di noce moscata, due cucchiai di pangrattato, una presa di sale, l'uovo e il succo filtrato del limone.
Formare il polpettone, passarlo nel pangrattato e farlo riposare in frigorifero per almeno un'ora.

Mettere a bollire un litro e mezzo di acqua, con il sedano la carota e la cipolla steccata con i chiodi di garofano, salare e pepare e portare ad ebollizione. 
Versare il polpettone quando l'acqua bolle forte e lasciare cuocere per un'ora.
Toglierlo dal brodo e lasciarlo intiepidire.
Tagliarlo a fette e servirlo con il contorno che più ci piace. Si abbina davvero a tutto.
A me piace con qualche cipollina in agrodolce, un carciofino sott'olio e spinacini appena scottati e saltati con un po' di burro.

Il brodo non buttatelo. E' delizioso per cuocervi passatelli e tortellini o utilizzato per un risotto.

A presto.
Sabrina

11 commenti:

  1. Wow, polpettone bollito...mai sentito prima!!! A casa mia é rigorosamente cotto in padella, o al forno con le patate!! Questa versione mi piace proprio, voglio provarla.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vedi, addirittura due in casa vostra! in realtà anche noi, o bollito o al forno. ma io lo preferisco bollito.
      baci

      Elimina
  2. Bellissima la vostra attività.
    Il camino è proprio un elemento speciale in una casa, penso al mio piccolino e rustico, o a quello dei miei genitori in una contesto più importante e moderno, in ogni caso è per noi il luogo dove ci incontriamo, ci rilassiamo, ci lasciamo rapire dai sogni e dai ricordi.....progettare un camino per un ambiente è come entrare in forte sintonia con chi quella casa la abita......bello, bellissimo.

    Mille auguri a voi, un abbraccio

    Fabiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Fabi! è veramente un lavoro magico, per questo lo amo così tanto.
      un abbraccio forte.

      Elimina
  3. Augurissimi ciccina, e altri mille splendidi anni di successi!

    RispondiElimina
  4. Ma che, non è arrivato il messaggio? Ripeto: mille splendi auguri di altrettanti successi!

    RispondiElimina
  5. ps: mi è scappato l'invio e non avevo concluso, congratulazioni, attività decisamente originale e artistica, tanti tanti in bocca al lupo!!
    cris

    RispondiElimina
  6. E brava Sabrina!!!!Tanti auguri allora!!!!

    RispondiElimina
  7. Complimenti e bravissime!!!!!

    RispondiElimina