mercoledì 8 maggio 2013

Confettura di fragole e pepe di Sichuan.



Maggio, tempo di fragole.
Causa attacco di cervicale senza precedenti che mi rende molto sofferente, posto al volo la confettura di fragole che nella mia dispensa non manca mai.
Il metodo oramai bello che collaudato è sempre quello di Christine Ferber

La variante è l'aggiunta del pepe di Sichuan, originario della Cina, che in realtà non è pepe ma viene così chiamato per la sua somiglianza con il pepe nero. 
Si tratta del frutto di una pianta perenne, Zanthoxylum alatum, utilizzata da millenni per la sua azione antipruriginosa e antidolorifica di problemi cutanei, ma anche  contro i dolori dentari tanto da venire definita “albero del mal di denti”. Nella cucina cinese e giapponese viene utilizzata per contrastare le propeirtà irritanti di alcuni alimenti.
A me piace il suo sapore particolare poco piccante e con un aroma spiccato di limone che si sposa bene con il pesce, con le carni bianche ma anche con i dolci e la frutta.




Confettura di fragole e pepe di Sichuan.


Ingredienti :
kg. 1 di fragole nette
gr. 800 di zucchero ( io ne ho utilizzato gr. 350 e di canna)
il succo di 1 piccolo limone
1 cucchiaino di pepe di Sichuan



Primo step: lavare le fragole e asciugarle bene dall'acqua. Tagliarle a metà e farle macerare con lo zucchero, il succo del limone e le bacche per una notte, in una terrina di vetro coperta con un foglio di pellicola. 

Secondo step: il giorno dopo con l'aiuto della schiumaiola, raccogliere le fragole e tenerle da parte. Recuperare il succo prodotto dai frutti e portarlo ad ebollizione in una pentola dal fondo spesso per 10 minuti. Versare lo sciroppo sulle fragole che avremo riposto nella ciotola di vetro, coprire con un foglio di pellicola e lasciare riposare in luogo fresco per 24 ore
Terzo step: con l'aiuto della schiumaiola, raccogliere le fragole e metterle in una pentola dal fondo spesso, portare ad ebollizione e cuocere per 10 minuti. Mettere il succo in un'altra pentola dal fondo spesso portare ad ebollizione e cuocere per 10 minuti. Aggiungere le fragole al suo liquido, mescolare delicatamente, schiumare e proseguire la cottura per 30 minuti. 

A questo punto frullare bene con il minipimer per ridurre la confettura in crema.
Invasare immediatamente, chiudere e rigirare per creare il sottovuoto.

Sabrina


 Oggi è l'8 maggio, 
   
Tanti auguri Mamma!







9 commenti:

  1. Beh, salvo la tua ricetta perchè mi intriga molto, ammesso che trovi questo ingrediente, la proverò!

    RispondiElimina
  2. Grazie! Cercavo una bella ricetta per una marmellata degna di questo nome e questa è perfetta. Il colore è brillante, la cottura ai minimi termini...insomma la faccio sicuramente ora che ho trovato uno spacciatore di fragole km 0 meravigliose.
    Un abbraccione, Pat

    RispondiElimina
  3. Mi piace tantissimo questa marmellata io, come sempre l'ho fatta nel modo tradizionale, eppure questa spezia è lì che riposa in credenza, a pensarci prima!
    Mi raccomando, aspetto anche gli altri utilizzi del lievito madre non rinfrescato, che alla fine avanza sempre, inutile negarlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Loredana, presto posterò qualcosa con i rimasugli della pasta madre. baci

      Elimina
  4. Ma che ricette deliziose nel tuo blog. Ti seguo con piacere. Buona giornata.
    www.dolciarmonie.blogspot.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie Veronica, passo a farti un saluto.

      Elimina
  5. Ciao sabrina! non conoscevo questo tipo di pepe... che idea unirlo alla confettura di fragole ^_^ un bacio

    RispondiElimina