mercoledì 16 ottobre 2013

Grissini di grano verna e curcuma per World Bread Day

Attenzione, Attenzione!!!
Questo post è interdetto a chi è debole di carattere e a chi cede senza ritegno alle tentazioni!
Perchè?
Il motivo è semplice: Questi grissini sono uno tira l'altro e creano dipendenza!
Lei, la spacciatrice della ricetta è la mia Silvia del cuore, la mia adorata mogliedaunavita. 
Me ne ha sempre decantato la bontà ma anche la pericolosità, soprattutto per chi come noi sta cercando di seguire una dieta povera di carboidrati.
Ma se non siete tra questi allora non perdete un minuto e fateli subito! 
Io li ho aromatizzati con la curcuma e ho ancora utilizzato la farina di grano verna che ha dato a questi grissini un sapore speciale, tipico dei grani antichi.
Un altro pregio è l'utilizzo della pasta madre non rinfrescata, quella in eccesso che altrimenti andrebbe buttata.



Ho ceduto alla voglia di prepararli perchè questi grissini non possono mancare nella Giornata Mondiale del Pane, il World Bread Day
Devono per forza contribuire ad alimentare il progetto di Zorra per questa Giornata Mondiale del Pane, che consiste di raggiungere il numero di 365 pani in un giorno, in modo da avere una ricetta per ogni giorno fino al prossimo WBD.




Grissini di grano verna e curcuma 


Ingredienti in ordine di apparizione:

250 gr di pasta madre non rinfrescata
150 gr di acqua fredda
un cucchiaino di malto d’orzo
200 gr di farina  di grano verna
150 gr di farina 0
50 gr di olio o strutto
due cucchiaini di sale 
un cucchiaio di curcuma

sciogliere la madre nell’acqua e aggiungere il malto, aggiungere la farina e la curcuma e lavorare energicamente, aggiungere olio e per ultimo il sale. 
sbattere l’impasto ottenuto molte volte sul tagliere (servirà a sfibrare la maglia glutinica).
mettere l’impasto ottenuto su un tagliere, ungerlo, cospargerlo di farina di semola e coprire a campana. 
lasciar lievitare 3 ore. poi con un staglino tagliare delle strisce di pasta e stirarle con le mani passandole in poca semola mista a curcuma.
adagiare i grissini su una teglie ricoperta di carta da forno e infornare a 180° per 15 minuti.

12 commenti:

  1. wow ci credo che uno tira l'altro devono essere di una bontà....sai che la curcuma è antinfiammatoria e fa benissimo...solo che per attivare le sue proprietà deve essere abbinata con il pepe...che dici ci sta nella tua splendida ricetta? :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sta da dio Lo cara! E io la adoro!
      Baci

      Elimina
  2. Che delirio devono essere con la curcuma. Io li ho fatti rifatti "nature": non ho quasi tempo di assaggiarli che son già finiti! Pure la Tilly se li è sgraffignati l'altro giorno. Ma con la curcuma, mhhh che bell'idea !
    Ciao cara, bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti! sono un delirio! sgrunt! :)))
      baci stellina

      Elimina
  3. Io ai grissini proprio non resisto e anche se un minimo di attenzione ci vuole, come si fa a resistere?

    Fabio

    RispondiElimina
  4. I grissini con gli esuberi di pasta madre sono un classico da noi... però con la curcuma non li ho mai provati! Rimedierò al più presto!

    RispondiElimina
  5. Indeed these wonderful Grissini should not be missed. Grazie per la tua partecipazione al World Bread Day 2013!

    RispondiElimina
  6. Brava e brava Silvia!!! Oggi rinfresco e li faccio. Il problema poi è che posso mangiarli solo io perché qui 'ci siamo messi a dieta', sciopero da blog, mi si è ammutinato l'equipaggio, troppi chili messi in due anni...che faccio, li faccio? Sabri non mi è chiaro l'ultimo passaggio. Ho il panetto di pasta e ne taglio una fetta come quando devo stendere la pasta all'uovo nell'Imperia? Solo che questa la arrotolo? PErdonami, so' de coccio. Baci grandi grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si così. Li devi stirare però. Cioè prendi una striscia di pasta e la tiri delicatamente per la lunghezza. Solitamente mi viene un impasto molto elastico, soprattutto se uso il farro, e quindi mi viene molto semplice il tiraggio che non di rompe. Non so se mi sono spiegata.

      Elimina
  7. Ovviamente volevo scrivere Brava Sabrina e Brava Silvia...ma rinco come sono....:)

    RispondiElimina
  8. sono qui che tiro grissini. mi sembra di non aver mai fatto altro e non ho voglia di fare altro. abbraci stirati

    RispondiElimina
  9. Ciao :) Ho conosciuto il tuo blog grazie a questa ricetta per il WBD! Complimenti per questi grissini, mi ispirano molto, quanto prima li proverò ;-)
    ti seguo volentieri,
    Angela

    RispondiElimina